Mettiamo quindi le eventuali riserve da parte nei confronti di questo genere, e proseguiamo alla scoperta di questo interessante controller.
Nonostante la matrice di pad sia 4 X 4, è possibile controllare ben 64 tracce. Nessun monologo, tra controller e software avviene un vero e proprio dialogo. I pad che compongono la matrice cambiano infatti colore a seconda del compito che stanno assolvendo.

Il controller, concepito per l'uso in combinata con Traktor, è suddiviso in tre aree principali: Mixer, Global e Remix.

  1. Mixer - La sezione prevede quattro knob ad alta risoluzione e altrettanti fader da 45mm. Questa sezione consente di controllare i filtri assegnati e il volume delle relative tracce.
  2. Global - All'interno di questa sezione, è possibile caricare l'intero remix set da utilizare con i pad. Il tasto Capture, consente (guarda caso) di catturare sequenze da mandare in loop alla stregua di una loop station.
  3. Remix - I sedici pad caratterizzati da cromatismi differenti, consentono di attivare e/o disattivare i campioni caricati con la semplice pressione di un dito. Il tasto Shift consente l'accesso alle funzioni avanzate: Punch ed FX. L'ultima fila di pulsanti, consente di interrompere l'esecuzione dei campioni caricati nell'intera riga corrispondente.

Il controller, è stato concepito in modo tale da trovarsi perfettamente a suo agio in qualsiasi situazione. Può interagire con il controller X1, S2, S4 e tutti i sistemi guidati da Timecode (sistema utilizzato per la sincronizzazione di segnali).

Il canale scelto per il dialogo controller-computer, è l'ormai sfruttatissimo USB (2.0).

video:

http://youtu.be/aINKALs3Vso